Come sarebbe il mondo senza il colosso di Mountain View? A volte in ritardo (mi viene da pensare a Google Plus), ma certo capace di colmare (con la calma del gigante) le distanze raggiunte dai propri concorrenti.

Senza fretta. Del resto chi ha fretta quando ha ben sette servizi che hanno superato un miliardo di utenti nel mondo. Sette, non uno. Oltre a questo il “cloud” Google Drive ha superato i 500 milioni (con 1.2 milioni di foto caricate ogni giorno) e Android ha varcato da tempo la soglia dei 2 miliardi.

Quindi se decidi di proporti come alternativa a WhatsApp e a Facebook Messenger il ritardo conta, ma non troppo. Quando nel 2016 Google lanciò la app Allo per chattare aveva ovviamente degli obiettivi chiari e delle analisi serie a supportare gli obiettivi prefissati.

In queste settimane sta arrivando un altro piccolo passo in avanti? Forse sì. L’annuncio è stato fatto direttamente da Amit Fulay, Head of Product di Google Allo e Google Duo, e parla dell’arrivo, nelle prossime settimane (“few more weeks”) della versione desktop della chat, accessibile da tutti i PC tramite Chrome a anche tramite gli altri browser più diffusi.

All’inizio del 2017, il vice presidente per i Communications Products Nick Fox aveva twittato uno screenshot in cui mostrava una versione desktop di Allo. Oggi però la risposta su Twitter sembra non lasciare dubbi.

Un altro piccolo grande passo del gigante.