Per ora tutto confermato, alla Festa Democratica di Sesto Fiorentino (quest’anno Festa Democratica regionale sul lavoro, organizzata dal PD di Sesto Fiorentino in collaborazione con il PD della Toscana) da sabato 9 giugno 2012 verrà avviata la vendita di Parmigiano Reggiano a sostegno dei caseifici, degli allevatori e della popolazione colpita duramente dal terremoto dell’Emilia.

Il primo ordine di Parmigiano verrà ritirato sabato mattina a Modena (presso il Caseificio Castelnovese), ma gli ordini superano già la prima disponibilità. Per questo il PD di Sesto Fiorentino ha già attivato un canale per i prossimi ordini ed effettuerà prenotazioni per le prossime consegne, il tutto in collaborazione con il Consorzio del Parmigiano Reggiano, Cia Toscana, Cia Emilia Romagna e agricultura.it con la campagna “Una forma di solidarietà”.

La formula della Festa Democratica di Sesto Fiorentino è quella del prezzo base praticato dal caseificio (13,40 euro per un pezzo di circa un chilo di Parmigiano Reggiano stagionato 20/22 mesi confezionato sotto vuoto + una offerta libera (contributo complessivo consigliato: 15,00 euro) che verrà interamente devoluta sul conto corrente dedicato del PD dell’Emilia Romagna a sostegno dei cittadini terremotati: IT02 N031 2702 4100 0000 000 1 494 c/o UNIPOL BANCA intestato “EMERGENZA TERREMOTO EMILIA-ROMAGNA – PD/ER”.

Quello che si raccomanda a chi vorrà contribuire è soprattuto pazienza, perché i caseifici hanno subito molti danni e la gara di solidarietà che si è avviata ha messo a dura prova le loro strutture di produzione colpite dal sisma. I dati dei danni alle imprese sono significativi: al momento i caseifici ed i magazzini di stagionatura danneggiati dalle scosse di terremoto sono 24. Le forme di Parmigiano coinvolte dai crolli dovuti al sisma sono 608.000 mila (di cui circa 300.000 sono danneggiate, pari al 10% della produzione). Il danno alle aziende, solo per quanto riguarda il formaggio, è quantificabile in almeno 80 milioni di euro.